giovedì 23 aprile 2015

mostra personale Sacro e profano, 6-14 maggio, Palazzo della Provincia



Si inaugura il 6 maggio la mostra personale “Sacro e profano” di Agnes Preszler presso il Palazzo della Provincia di Frosinone. E’ ormai da anni che l’artista presenta in questo spazio, sempre nel periodo primaverile, la sua produzione artistica più recente. Dopo i ritratti dei ricercatori delle mura megalitiche, la carrellata di ritratti di personaggi illustri della Ciociaria nei vari campi della cultura, poi le copie ottocentesche raffiguranti modelle ciociare e i paesaggi realizzati in estemporanea sul territorio della Ciociaria, il tema ora è giocato sui contrasti, in particolare tra sacro e profano, come risulta anche dal titolo.

Soggetto caro ai grandi pittori, basti pensare all’”Amor sacro e amor profano” di Tiziano, è un dilemma eterno dell’essere umano, combattuto tra le esigenze del corpo e dell’anima. E’ una convivenza forzata, certe volte conflittuale, ma chi riesce a trovare il giusto equilibrio trova anche la serenità e la felicità.

L’esposizione si divide quindi in due parti e due tipi di soggetti. Nella parte dedicata al sacro troviamo le “Icone Moderne”: ritratti di santi, da S.Francesco a Padre Pio, da papa Wojtyla a Santa Maria Salome, protettrice di Veroli. La collezione, presentata a Pontecorvo e a Roccasecca un paio di anni fa nel frattempo si è arricchita di nuovi pezzi. La grande tela che raffigura S.Benedetto nell’abbazia di Montecassino è stata realizzata in estemporanea a Cassino.
Quanto alla seconda sezione, si tratta maggiormente di nudi, in parte copie dalla collezione “La Ciociaria nell’arte dei maestri dell’800” a cui si aggiungono nuovi quadri originali in stile contemporaneo. C’è poi una sezione che consiste in ritratti seminudi ispirati da cartoline d’epoca, quindi di gusto retrò.
Oltre ai nudi, la pittrice ha voluto includere alcune nuove aggiunte alla collezione di copie ottocentesche, come “Il cappellaio di Sora” e “Il mercato di Sora”, presentate con successo alla recente Sagra della Crespella di Veroli.
La mostra si chiude il 14 maggio.

Info:

Palazzo della Provincia di Frosinone, piazza Gramsci - Frosinone, tel: 0775/2191
orario continuativo: 7.30-19.30, sabato e domenica chiuso


link utili

Pagina Facebook https://www.facebook.com/events/887905824584472/887983917909996/
Sacro: https://picasaweb.google.com/100451875413989804529/IconeModerneEAltriQuadriReligiosi?authuser=0&feat=directlink
Profano https://picasaweb.google.com/100451875413989804529/Nudi?authuser=0&feat=directlink



mercoledì 22 aprile 2015

Sagra della Crespella, mostra di successo

piccola ciociara in costume davanti ai miei quadri
alcuni quadri della collezione La Ciociaria nell'arte dei maestri
altri quadri della collezione e nature morte
con Ugo Iannazzi, autore (insieme a Beranger), del volume
Gente di Ciociaria
musicisti davanti alla mia esposizione



giovedì 9 aprile 2015

Copia di Il mercato di Sora di Skovgaard - passo per passo

Ieri ho iniziato una nuova opera, copia dal pittore danese Skovgaard, Il mercato di Sora, fine '800.

Come sempre, non eseguo semplicemente una copia, ma cerco di rivivere le stesse emozioni del pittore. Il mio obiettivo è fare una copia che sia fedele nello spirito all'originale. In questo caso ho fatto varie modifiche al quadro, in quanto l'unica versione che circola in rete, a mio avviso, è stata ridotta, composizionalmente non è completa. Ho aggiunto quindi una figura al lato destro e un po' di spazio alla sinistra.

il quadro originale modificato in GIMP (aggiunti bordi e
quadrettatura grossolana per orientarmi meglio
sulla tela di grandi dimensioni (100x70)cm


Desidero precisare che uso quadrettatura solo in caso di opere di grandi dimensioni dove sarebbe praticamente impossibile trovare il posto giusto per i vari elementi pittorici.E' sempre a maglia larga (almeno 20cm per lato), inoltre non la seguo fedelmente, ma disegno sempre a mano libera, analizzando nello stesso tempo ogni parte sia per la composizione, la prospettiva, l'anatomia, la plasticità, i colori e tutto il sapere professionale che costituisce il bagaglio di ogni pittore realista. Assolutamente no a quadrettatura eseguita servilmente e in modo meccanico, in quel modo non si diventa mai artisti!

disegno con matita sanguigna sulla tela

inizio a coprire con colore le varie parti del quadro




Nei prossimi giorni aggiornerò questo stesso post con le varie fasi del lavoro

venerdì 3 aprile 2015

Step by step Meditazione

Dal disegno all'opera completa
disegno a mano libera con sanguigna
si passa al pennello colore (terra di Siena bruciata) poco diluito
sfondo astratto che ricorda vegetazione primaverile o sfondo mare

il quadro completato